ladante ladante ladante
ladante

Da LA NAZIONE (Edizione di Pistoia) del 13 agosto 2008
Al Gambrinus
UN DIBATTITO SULLA GIUSTIZIA E IL CASO TORTORA

di Faustina Tori

Un altro importante appuntamento al Caffè Gambrinus con la Versiliana, oggi alle 21.30. Per ripercorrere la figura e la vicenda di “giustizia ingiusta” di Enzo Tortora saranno presenti Vittorio Pezzuto, autore del libro “Applausi e sputi. Le due vite di Enzo Tortora”, la giornalista Francesca Scopelliti, compagna del presentatore e attualmente presidente della Fondazione per la Giustizia Enzo Tortora e l’avvocato Raffaele Della Valle, ex vicepresidente della Camera. Conduce Romano Battaglia. Enzo Tortora (che per un certo periodo visse anche in una villa a Montecatini Alto), autore radiofonico e teatrale e ideatore della trasmissione televisiva “Portobello” resta un caso emblematico del cattivo funzionamento della giustizia italiana. Durante la serata si ripercorre con l’ausilio di chi conosciuto intimamente le tappe della doppia vita di Tortora, il suo excursus giudiziario ed esistenziale, le accuse che gli furono imputate, le sue paure. Resta emblematica la forza con cui è stato capace di risollevarsi dopo anni di sofferenze e di ingiuste accuse. Il “caso Tortora” ha avuto un clamore senza precedenti perché era un personaggio televisivo molto amato dal pubblico, che fu “ingiustamente” accusato di associazione a delinquere di stampo camorristico dopo la testimonianza, poi risultata falsa, di alcuni pentiti. In carcere per sette mesi, ma condannato ad una pena da scontare di ben 10 anni, accusato e scacciato dalla televisione, dopo aver dimostrato la sua innocenza ed essere stato riabilitato si è dedicato alla politica e alla causa dei Radicali arrivando al Parlamento europeo.

ladante
ladante ladante ladante